• Home
  • Corporate News
  • Inside Stories – L’innovazione al servizio del Digital Selling: Apparound secondo Francesco Bacchini

Inside Stories – L’innovazione al servizio del Digital Selling: Apparound secondo Francesco Bacchini

Inside Stories – L’innovazione al servizio del Digital Selling: Apparound secondo Francesco Bacchini

tempo di lettura  3 minuti

Figura di riferimento per tutti gli Apparounders, Francesco Bacchini ricopre il ruolo di Chief Operating Officer dal 2018, con responsabilità diretta sul servizio Cloud, il supporto clienti e la consegna dei progetti. Inoltre, gestisce e coordina l’onboarding iniziale e le operazioni di run su tutte le piattaforme di produzione Apparound.
Abbiamo chiesto a Francesco di dedicarci alcuni minuti del suo tempo per rispondere a delle domande.

Ciao Francesco. Prima di iniziare ci piacerebbe conoscerti meglio: ci racconti qualcosa di te, della tua vita e del tuo attuale ruolo in Apparound?
Ho sempre avuto una grande passione per il mondo dell’Information Technology. Una predilezione che mi ha permesso di lavorare in questo ambito, cercando di abbassare il livello di stress tipico di chi opera nel settore IT. Attualmente ricopro la carica di COO in Apparound, azienda in cui lavoro dal 2015.

Dalla nascita dei miei due figli i miei equilibri personali sono cambiati, ma nonostante questo riesco ancora a far combaciare al meglio la famiglia, il lavoro e i miei hobby. Fuori dall’orario lavorativo sono un appassionato di chitarra, un amante della bicicletta e… un fidato organizzatore di grigliate 😊

Il biennio 2020-2021 verrà ricordato come il momento del definitivo passaggio al digitale, dovuto alla pandemia da Covid-19. Come avete vissuto questo periodo di transizione?
Abbiamo vissuto il lockdown e il conseguente passaggio al remote working con estrema tranquillità. Il nostro modo di lavorare è sempre stato orientato al digitale e alla flessibilità. Tutti i nostri processi interni e di supporto al cliente erano già gestiti da remoto. Siamo riusciti ad “assorbire gli urti”, ad affrontare la situazione e superare le complessità adattandoci in modo positivo. Ci siamo messi in discussione ma il risultato ottenuto è stato decisamente buono.

La pandemia ha consentito alle aziende di fare un notevole salto in avanti nella digitalizzazione dei processi. Slegarsi dai paradigmi dell’ufficio fisico ha permesso di incrementare la produttività, eliminare le spese (grazie alla chiusura di sedi fisiche) e migliorare la propria predisposizione nei confronti del cambiamento.

Proprio alla luce della corsa alla digitalizzazione, la figura del COO riveste una responsabilità trasversale all’interno di un’azienda, operando sia sulla gestione interna dei clienti che sulla progettualità legata all’innovazione. Cosa puoi dirci in merito alla tua esperienza diretta?
Come detto in precedenza, la gestione dei clienti e dei relativi progetti non è cambiata molto, avendo già un setting interno molto flessibile e orientato al remote-working.

Abbiamo imparato a ottimizzare i tempi, eliminando le riunioni inutili e imparando a gestire i vari task di assistenza da remoto, con una conseguente eliminazione della presenza fisica nelle aziende a favore di una maggior efficienza e tempestività nella risoluzione delle richieste.

Per ciò che riguarda, invece, il nostro prodotto, prima della pandemia la soluzione Apparound era utilizzata dai venditori principalmente dal vivo, durante gli incontri con i clienti.
Adesso, invece, i reparti sales sono più abituati a gestire il lavoro da remoto. Per questo motivo abbiamo lavorato a un miglioramento dell’infrastruttura di rete, per gestire meglio le richieste. Anche le funzionalità della soluzione sono state modificate, per venire incontro alle esigenze dei clienti e alle richieste del mercato.

Quali obiettivi volete raggiungere con il team in un futuro prossimo?
Come ben sapete, il nostro mestiere/lavoro è in continua evoluzione e per stare al passo coi tempi dovremo lavorare alacremente, per diventare più competenti in altri settori rispetto a quelli in cui operiamo.

Ma non solo: i recenti avvenimenti in ambito Cyber Security & Data Defence ci impongono di migliorare, sia dal punto di vista culturale che del numero di risorse impiegate. Lo stesso discorso vale anche per la nostra infrastruttura di rete che, col passare del tempo, ha acquistato un maggior peso specifico e avrà bisogno di ulteriori upgrade. Del resto, chi si ferma è perduto!

About Francesco Bacchini
Francesco Bachini si è laureato in Ingegneria Meccanica presso l’Università degli Studi di Pisa. Subito dopo la laurea ha iniziato la sua carriera come Business Analyst e Product Manager all’interno di numerose realtà del territorio. Dal 2018 ricopre il ruolo di COO in Apparound.
LinkedIn Profile Francesco Bacchini

Newsletter di Apparound

    ©Apparound. All rights reserved. APPAROUND SPA e P.I. 13147681004
    ©Apparound. All rights reserved. APPAROUND SPA e P.I. 13147681004