I clienti stanno cambiando il loro approccio all’acquisto e stanno maturando la necessità di gestirsi liberamente e in autonomia. 

L’utilizzo quotidiano di prodotti digitali ha permesso alle persone di poter svolgere una serie di azioni in autonomia. I consumatori sono sempre più abituati ad acquistare online e a gestire le proprie scelte con semplicità e secondo i loro tempi. La possibilità di navigare nel mondo digitale consente loro di scoprire le offerte giuste, confrontare più alternative, farsi un’idea o cambiarla e seguire tutti i passaggi con la giusta attenzione e calma.  

Inoltre, trovare l’offerta più adatta alle proprie esigenze, è diventato sempre più complicato per i clienti, i quali si trovano alle prese con una vastità di proposte provenienti da più canali: e-commerce, app, social, tele-selling e agenti di vendita. Le difficoltà aumentano quando le trattative e gli acquisti si svolgono principalmente a distanza, come sta accadendo negli ultimi tempi.

Queste condizioni implicano da parte del venditore la necessità di doversi trasformare in un vero consulente, in grado di supportare il cliente e non di pressarlo, guidandolo nel processo di acquisto e proponendogli un’offerta ritagliata sulle sue esigenze. L’obiettivo è far sì che il cliente si senta più libero di fare la scelta migliore, anche grazie ai consigli del venditore con il quale ha interagito.
Questo consentirà di aumentare la fiducia reciproca, rafforzando il customer engagement.

Lo scopo dei consulenti di vendita è infatti quello di assistere, guidare e consigliare i clienti nel soddisfare i propri bisogni, per cui diventa sempre più necessario stringere una buona relazione con il proprio interlocutore, lasciandolo libero di ragionare su quello che gli viene proposto.

Allo stesso tempo, se da un lato i clienti si sentono “bombardati” da mille offerte e hanno difficoltà nel fare la scelta migliore, dall’altro i venditori trovano difficile gestire le negoziazioni da remoto.

Le esigenze del mercato attuale e la risposta di Apparound

Riuscire ad incrementare il proprio volume di vendita e fidelizzare i propri clienti, anche a distanza, è la richiesta principale avanzata da molte aziende in questo periodo. L’interruzione dei rapporti sociali dettata dall’attuale situazione, ha visto bloccarsi trattative iniziate nei periodi precedenti la pandemia ed ha evitato che se ne creassero delle nuove. Molte realtà aziendali per rispondere alla necessità di concludere le proprie negoziazioni si sono dovute attrezzare, ricorrendo all’utilizzo delle tecniche digitali più innovative. 

Apparound ha saputo intercettare i bisogni dei propri clienti, muovendosi nella giusta direzione con l’offerta del nuovo modulo “Interactive Tools”. La tecnologia è diventata ormai una necessità e restare al passo con le esigenze del mercato rientra nella filosofia aziendale, ragion per cui Apparound è sempre pronta ad offrire le migliori soluzioni in base alle richieste dei clienti.

Il nuovo tool per l’interazione con i clienti

Per rispondere alle esigenze di un mercato in trasformazione ed agevolare le interazioni durante una trattativa da remoto, Apparound ha voluto aggiungere un nuovo modulo con il quale il venditore e il cliente potranno interagire, costruire e finalizzare un’offerta insieme, a distanza e secondo i tempi giusti. Ma quali sono gli elementi distintivi del nuovo tool e come funziona step by step?

1) Accesso facilitato ad un’area personale: una volta preparata l’offerta da remoto, il cliente riceverà un’e-mail, in cui troverà in allegato il riepilogo dell’offerta configurata ed un link che gli permetterà di atterrare in una pagina interattiva dedicata al cliente.

2) Visione e modifica dell’offerta in autonomia: nel portale dedicato, il cliente potrà visionare l’offerta e decidere se modificarla in autonomia, aggiungendo o eliminando alcune componenti dell’offerta, e scaricare documenti, allegati o immagini dei prodotti. Inoltre, vi è la possibilità di chattare in live con un agente, pronto a rispondere a qualsiasi dubbio, quando se ne ha bisogno.

3) Sicurezza: per procedere alla finalizzazione del contratto si potrà verificare l’identità della persona con cui si interagisce tramite un’area di Digital Onboarding. Il cliente potrà infatti caricare la sua carta di identità e compilare alcuni campi testuali, che serviranno a completare il processo di identificazione. Dopo questa fase di controllo si procede ad ultimare il processo.

4) Firma digitale del contratto: una volta confermata l’offerta, si passa all’ultimo step con la chiusura del contratto grazie alla firma remota con autenticazione OTP, con valenza legale.

5) Monitoraggio delle interazioni da remoto: tutto il processo è monitorato grazie ad una dashboard dedicata, che permette all’agente di vendita di verificare le attività svolte da parte dei clienti e agire tempestivamente per supportarlo.

I benefici della digital trasformation e del nuovo tool 

Anche nel mondo sales è importante saper rispondere alle nuove esigenze che si presentano, l’innovazione e la digital transformation ci aiutano a farlo. Grazie a questo nuovo tool, siamo in grado di:

  • rispondere alla necessità di maggiore autonomia richiesta dal cliente 
  • aumentare il customer engagement 
  • facilitare la conclusione delle vendite da remoto 
  • garantire ai venditori una riduzione del tempo per la gestione dei propri clienti
  • rendere i processi più efficienti e dar vita a maggiori opportunità 

Guarda il video per scoprire tutti i vantaggi offerti.

Take away

  • I clienti desiderano sempre più gestire in autonomia e secondo le proprie tempistiche le offerte ricevute al fine di scegliere il servizio o il prodotto giusto
  • I venditori fanno fatica a gestire i potenziali clienti da remoto
  • Esistono tool che supportano il mondo della vendita nel rispondere a queste nuove esigenze con facilità, Apparound ha sviluppato un nuovo tool tutto da provare