L’automazione delle vendite ti costa 5.000 euro per venditore ogni anno?

Costo automazione vendite

Si parla sempre più spesso di “sales automation” e di “digital transformation” e molti clienti, sempre più abituati al mondo digitale, si aspettano un approccio smart dai loro fornitori e partner. Se chiedessimo a un Commerciale se può avere senso o meno digitalizzare il suo processo di vendita la prima risposta sarebbe sì, poiché porterebbe a un incremento della produttività e a una migliore esperienza di acquisto per i clienti. Troppo spesso però, vengono sottovalutati i costi e pertanto i progetti vengono abbandonati sul nascere.

Scegliere di digitalizzare le vendite significa scegliere innanzitutto se sviluppare un progetto internamente o acquistare una soluzione all’esterno. Per le aziende che decidono di sviluppare un piano personalizzato, occorre innanzitutto definire un progetto, mettere insieme un team di persone con conoscenze tecniche e esperienza di vendita, completare lo sviluppo del software e mantenerlo nel tempo. Un altro fattore importante da tener presente e che molte aziende spesso dimenticano, è lo sforzo richiesto per essere sempre aggiornati con i sistemi operativi e i requisiti di sicurezza richiesti. Un costo quest’ultimo, spesso sottovalutato o addirittura non considerato. Le nostre ricerche dimostrano che soluzioni fai-da-te possono arrivare a costare oltre 5000€ l’anno per ogni utente.

Considerati gli alti investimenti richiesti per sviluppare progetti “home-made” spesso le aziende decidono di acquistare soluzioni dall’esterno. Ma anche in questo caso possono esserci costi nascosti che rischiano di far salire rapidamente la spesa. Molte aziende scelgono di integrare da subito i il nuovo software con i loro sistemi e processi interni. Questo significa sviluppare un progetto ad hoc e talvolta coinvolgere fornitori esterni per le integrazioni necessarie, portando così maggiori complessità e alzando conseguentemente i costi. Secondo i nostri calcoli, l’acquisto di una soluzione può facilmente arrivare a costare quanto un software sviluppato internamente, proprio a causa dei molti costi nascosti e del tempo necessario per fornire tutte le integrazioni.

In entrambi i casi è richiesto un investimento sostanziale per aumentare l’efficienza delle vendite attraverso l’automazione dei processi, ma può anche succedere di ottenere il risultato opposto, diminuendo cioè l’efficienza del processo di vendita e peggiorando l’esperienza del cliente. Un altro aspetto spesso sottostimato è relativo ai tempi di implementazione, se viene impiegato troppo tempo in attività non direttamente collegate alla vendita, meno tempo verrà dedicato ai potenziali clienti. Dopo tutto il tempo è denaro!

È possibile quindi automatizzare le vendite velocemente e a un costo ragionevole?

Un errore comune è voler migrare i propri dati e continuare a utilizzare vecchi processi e sistemi interni. La maggior parte delle aziende ha sviluppato processi e sistemi nel corso degli anni, che in passato possono aver portato benefici, tuttavia è improbabile che possano continuare ad essere utilizzati in un mondo sempre più digitale. Il trucco con il processo di automazione delle vendite è iniziare in piccolo e partire velocemente, trovando una soluzione che aiuti i venditori a vendere:

  1. Il primo passo consiste nell’iniziare a utilizzare il prodotto utilizzando configurazioni pronte all’uso.
  2. Una volta che i venditori prendono confidenza con il software, il passo successivo è quello di iniziare a utilizzare le configurazioni avanzate del prodotto.
  3. Il terzo passaggio consiste nel considerare il potenziale di automazione aggiuntivo usando semplici plug-in di integrazione di sistemi standard.
  4. Solo a questo punto dovrebbe essere preso in considerazione il passaggio quattro, che consiste nell’analizzare quali integrazioni sono necessarie con i sistemi interni e utilizzare solo API standard.

Per controllare i costi, i vecchi processi devono essere tagliati il più possibile. Proviamo a pensare a un albero di mele vecchio di 20 anni che è cresciuto fuori controllo. Solo dopo essere stato potato e nutrito potrà portare frutti più grandi di prima. I processi e i sistemi interni dovrebbero essere trattati allo stesso modo.

La buona notizia è che Apparound non è un semplice software di automazione delle vendite. Apparound è stato pensato da venditori per i venditori. Può essere configurato in pochi minuti con il conseguente incremento della produttività già dal primo giorno. Dipartimenti marketing o vendite possono settare le impostazioni attraverso un semplice portale di amministrazione. Ci occuperemo noi dei frequenti aggiornamenti dei sistemi operativi e di sicurezza rilasciati da Apple, Windows e Android, lasciandoti concentrato sulla vendita!

Scopri come è facile configurare e aggiornare Apparound. Il primo mese è gratuito!

 

Inizia la tua prova gratuita

Apparound Team
Apparound nasce nel 2008 a Pisa, in Toscana. Azienda italiana del settore IT che propone al mercato una soluzione innovativa volta a digitalizzare i processi di vendita. La soluzione, basata su tecnologia cloud, supporta il venditore durante l’intero il ciclo di vendita: dalla presentazione del materiale di marketing sotto forma di contenuti digitali (brochure, video, ecc.), alla configurazione dell’offerta, per arrivare alla chiusura della trattativa con la raccolta dell’ordine mediante firma elettronica. Il tutto in estrema semplicità con il solo utilizzo di un tablet o smartphone, o in alternativa mediante Web Client.