Apparound: semplicità e chiarezza per venditori e clienti

In qualsiasi ambito e settore, la user experience è uno degli elementi cardine del successo o del fallimento di un prodotto: volendo tradurre la cosa in cifre, potremmo citare uno studio di Google secondo cui il 79% delle persone insoddisfatte di ciò che trovano su un sito lo abbandonano rapidamente per passare a un concorrente. Questo vale per un sito web o un prodotto informatico così come per un’app e anche per un dispositivo fisico: se l’esperienza d’uso è farraginosa, complicata, comporta studio e aggiornamenti costanti, meglio perderlo (il prodotto) che trovarlo. Semplicità e chiarezza: questi sono i segreti del successo.

Quanto sopra vale sì a livello generale, ma anche per attività e prodotti specifici. Se pensiamo al processo di vendita, c’è una cosa che accomuna sales e clienti: l’esigenza di semplicità e chiarezza. Il commerciale sa bene quanto un processo oliato, semplice e trasparente influenzi il risultato finale: presentandosi con fogli, appunti, contratti da compilare, cataloghi e listini che si spera siano aggiornati, non solo è lontano da ispirare fiducia, ma si complica la vita da solo. Deve conquistare il cliente con la sua professionalità, ma ha mille fattori che gli remano contro: i materiali non aggiornati, le informazioni frammentarie, la necessità di interrompere la trattativa per chiedere conferme su mix e sconti, i contratti da compilare a mano e riportare (sempre a mano) dentro un CRM a fine giornata, quando ormai si è poco lucidi. Insomma, diventa tutto molto difficile e le performance ne risentono.

Lato cliente, trattare con qualcuno che interrompe la trattativa per chiedere informazioni in azienda, riporta dati a mano sul contratto magari riscrivendoli più volte causa refusi, o deve farsi autorizzare le quotazioni e via dicendo, non è di sicuro fonte di serenità. La buona fede si presume, ma vuoi che in mezzo a tutta questa complessità non si annidi qualche errore che poi costringerà a intervenire successivamente, modificare e rettificare? 

Apparound: la soluzione alle esigenze di semplicità e chiarezza

Già il fatto di gestire il processo di vendita attivo con uno strumento digitale è un passo avanti enorme. Se poi questo strumento è stato concepito dalle fondamenta in funzione di trasparenza e semplicità, i risultati non possono che essere eccellenti.

Apparound è nato per semplificare il processo e far sì che gli agenti si possano concentrare sull’attività di trattativa e di rapporto col cliente, senza incorrere in un’infinità di problemi di produttività legati a schemi e strumenti ormai obsoleti. Semplicità per chi vende e trasparenza per chi compra, dicevamo, ma anche per chi gestisce la rete vendita: essendo Apparound basata su cloud, qualsiasi modifica venga fatta all’interno del pannello di amministrazione (accessibile facilmente via browser web) si espande all’istante a tutta la rete vendita. Un aggiornamento dei materiali di supporto, una nuova presentazione aziendale, nuovi listini, il cambio del logo dell’azienda sono immediatamente aggiornati su tutti i tablet a disposizione dei commerciali, di modo tale che non possano (incolpevolmente) sbagliare nulla.

Di fronte al cliente, il venditore deve dedicare la stragrande maggioranza del tempo a sua disposizione a ‘conquistarlo’, adottando quell’approccio proattivo che – a 2019 inoltrato – è in assoluto il più efficiente e produttivo. Eliminando in un colpo solo tutti i limiti delle vendite 1.0, Apparound gli dà una grossa mano: la sua user experience è ottimizzata in funzione della semplicità d’uso, che significa rappresentare in forma grafica le opzioni disponibili, disporle all’interno dell’interfaccia in modo coerente e permettere solo quelle corrette per azzerare la possibilità di errore.

Il suo strumento di Intelligent Quoting, con cui si intraprende la trattativa col cliente, è emblematico: disposti in modo graficamente intuitivo troviamo i prodotti ordinabili, le quantità, i prezzi, eventuali opzioni e un riassunto dell’ordine, nulla di più complicato. La semplicità di gestione dal punto di vista del commerciale diventa trasparenza e chiarezza per il cliente, che pur non avendo dimestichezza con lo strumento capisce tutto senza che qualcuno glielo debba spiegare. Se ci sono difficoltà a scegliere il prodotto o il mix giusto, ci si può affidare a Solution Advisor, un modulo pensato per identificare il giusto prodotto – o mix di prodotti – partendo dalle esigenze del cliente. Il dispositivo si limita a una serie di domande, sulle base delle quali può dare suggerimenti coerenti e di valore.

Il bello di questa fase è che qualsiasi operazione è effettuata con la massima trasparenza: si toglie un prodotto, si modifica un prezzo, si applica uno sconto, si crea un mix particolare ecc, tutto con una rapidità sconosciuta agli strumenti tradizionali e sotto lo sguardo vigile del cliente, che apprezza moltissimo non solo l’impiego di uno strumento evoluto, ma la sua capacità di essere chiaro e comprensibile ai suoi occhi.

Poi, ciliegina sulla torta, si tocca lo schermo e Apparound genera il contratto. Anche qui, semplicità da una parte, chiarezza e trasparenza dall’altra: il tempo che viene risparmiato al commerciale è immenso, la serenità del cliente – conscio che un computer non può sbagliare nel riportare i dati – pure. E non c’è neanche il rischio che i dati vengano poi riportati in modo errato nel CRM, perché Apparound offre diverse possibilità di integrazione per automatizzare anche quest’ultima fase.

Infine, un accenno a un altro modulo di Apparound vocato alla semplicità d’uso: il Sales Tracker. Qui il cliente non c’entra, è il commerciale che vuole tenere sotto controllo le proprie attività, i clienti più importanti, le azioni di follow up e – ovviamente – le proprie performance di vendita: anche qui, ciò avviene tramite un’interfaccia intuitiva che attrae lo sguardo sui dati importanti ma permette anche svariati approfondimenti. Tutto questo mentre in azienda i sales manager hanno una visione globale delle attività di vendita e possono non solo generare statistiche fondamentali su cui strutturare le strategie future, ma anche fornire supporto diretto a tutti i venditori che operano sul campo. Solo così si vince.

Richiedi subito la tua prova gratuita di Apparound!



Apparound Team
Apparound nasce nel 2008 a Pisa, in Toscana. Azienda italiana del settore IT che propone al mercato una soluzione innovativa volta a digitalizzare i processi di vendita. La soluzione, basata su tecnologia cloud, supporta il venditore durante l’intero il ciclo di vendita: dalla presentazione del materiale di marketing sotto forma di contenuti digitali (brochure, video, ecc.), alla configurazione dell’offerta, per arrivare alla chiusura della trattativa con la raccolta dell’ordine mediante firma elettronica. Il tutto in estrema semplicità con il solo utilizzo di un tablet o smartphone, o in alternativa mediante Web Client.